Navigation

Cile: quarta vittima in tre giorni durante nuove proteste

Nuove proteste sono scoppiate nei giorni scorsi in seguito all'uccisione di un tifoso di calcio. Keystone/EPA EFE/ESTEBAN GARAY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2020 - 10:30
(Keystone-ATS)

Un giovane cileno è morto ieri per le ferite alla testa riportate tre giorni prima durante una manifestazione di protesta a Santiago del Cile per l'uccisione di un tifoso della squadra di calcio del Colo Colo, che è stato travolto da un camion della polizia.

La morte di Ariel Moreno, questo il nome del giovane di 24 anni deceduto, è la quarta avvenuta in Cile in disordini antigovernativi avvenuti negli ultimi tre giorni sulla scia di quelli cominciati nella capitale ed in altre grandi città cilene tre mesi fa.

Moreno è stato colpito alla testa martedì da un proiettile mentre protestava all'esterno del locale vicecommissariato, nel quartiere di Padre Hurtado. Trasportato nell'ospedale dell'ex Posta Centrale e posto in rianimazione, è morto nonostante gli sforzi dei medici per salvargli la vita.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.