Navigation

Cina: 450 milioni di internauti, lotta a pornografia

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 dicembre 2010 - 08:10
(Keystone-ATS)

SHANGHAI - Aumenta in Cina il numero degli internauti. Secondo l'ufficio Informazioni del consiglio di stato, il numero dei 'netizen' cinesi ha raggiunto i 450 milioni a novembre, aumentando del 20,3% rispetto all'anno precedente. Circa il 33,9% dei cinesi hanno navigato sul web, una percentuale superiore alla media mondiale del 30%.
Secondo Wang Chen, responsabile dell'ufficio, già a giugno il numero degli internauti era di 420 milioni, dimostrando come dal 1994, quando la Cina si è connessa a internet, la rete ha affascinato sempre più i cinesi e ora conta sulla più grande popolazione online del mondo.
Secondo Wang, le sfide della Cina in rete sono ora quelle di combattere hacker, virus e pornografia online. In quest'ultimo campo, Wang ha annunciato che la Cina ha chiuso oltre 60.000 siti pornografici solo nei primi undici mesi dell'anno, come risultato di una campagna cominciata nel dicembre 2009 che ha portato gli investigatori a fermare 2.197 criminali, con 58 persone condannate a più di cinque anni di carcere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?