Navigation

Cina: a fine 2015 disoccupazione ferma al 4,05%

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 gennaio 2016 - 10:28
(Keystone-ATS)

Nonostante il rallentamento dell'economia cinese (che lo scorso anno è cresciuta "solo" del 6,9%, il livello più basso dell'ultimo quarto di secolo) il tasso di disoccupazione è rimasto stabile, attestandosi a fine 2015 al 4,05% nelle aree urbane.

Sono stati creati 13,12 milioni di posti di lavoro, un risultato superiore alle attese del governo. A fornire i dati un portavoce del ministero cinese delle Risorse Umane, che ha parlato di un mercato del lavoro "complessivamente stabile".

Il portavoce non ha escluso una riduzione degli occupati in alcuni settori ma - ha aggiunto - questo fenomeno "sarà limitato ad alcune aree e non sono attesi tagli di personale su larga scala".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.