Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ufficiali dell'Esercito Popolare di Liberazione in piazza Tiananmen.

Keystone/EPA/ROMAN PILIPEY

(sda-ats)

Il budget della Cina dedicato alla Difesa salirà nel 2017 del 7% annuo: lo ha confermato l'agenzia Nuova Cina, citando un funzionario del ministero delle Finanze.

La spesa militare supererà per la prima volta 1000 miliardi di yuan, a quota 1040 miliardi (circa 152 miliardi di franchi), di cui 1020 miliardi a carico del budget centrale.

Fu Ying, portavoce del Congresso Nazionale del Popolo (il parlamento), aveva anticipato sabato, durante la conferenza stampa di presentazione dell'assemblea stessa, un rialzo della spesa militare di "circa il 7%", pari comunque all'1,3% del Pil di Pechino.

A dispetto delle attese, il premier Li Keqiang non ha dato ieri altri elementi più dettagliati nel discorso d'apertura della sessione parlamentare, assicurando però che la Cina continuerà a modernizzare le forze navali e a snellire le forze armate con "l'attuazione delle riforme" e il rafforzamento della "difesa marittima e aerea".

Con il budget 2015 a +10,1% e quello 2016 a +7,6% (la prima volta in 6 anni a cifra singola e non doppia), il 2017 è in discesa per il terzo anno di fila.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS