Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cresce l'inflazione cinese a luglio, del 2,3% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, allo stesso tasso di giugno. Lo riferisce oggi l'ufficio nazionale di statistica di Pechino.

Nelle aree urbane l'inflazione è salita del 2,4% mentre l'incremento nelle aree rurali è stato del 2,1%. I prezzi del cibo, che rappresentano un terzo del paniere col quale si calcola l'inflazione, sono cresciuti del 3,6%. L'obiettivo governativo è tenere l'inflazione dei prezzi al consumo intorno al 3,5% quest'anno.

Scende invece a luglio l'indice dei prezzi alla produzione, dello 0,9%, rappresentando il 29mo calo mensile consecutivo, anche se in riduzione da quattro mesi consecutivi, mostrando che nei mesi scorsi la situazione di mercato per i prodotti industriali sta migliorando.

Nei primi sette mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, l'indice Ppi (producer price index) è sceso dell'1,6%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS