Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier cinese Li Keqiang ha stimato per il 2016, nel suo discorso di apertura al Congresso nazionale del Popolo, un deficit di 2.180 miliardi di yuan (330 miliardi di dollari circa), pari al 3% del Pil.

È in deciso rialzo sul 2,3% dello scorso anno e ai livelli massimi da decenni.

La soglia del 3% è stata vista come un allarme da Pechino sul fronte del controllo della spesa: al fine di aiutare la crescita in rallentamento, era stato ipotizzato nei giorni scorsi anche lo sforamento dei conti fino al 4% per poter coprire gli oneri della ristrutturazione dell'economia.

In ogni caso, secondo Li, si tratta di un rapporto minore di quello individuabile nelle altre principali economie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS