Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Li Keqiang è stato eletto premier dall'Assemblea Nazionale del Popolo cinese.

Li Keqiang, 58 anni, è considerato un tecnocrate e un riformista estremamente prudente. La sua carriera politica è stata sostenuta dall'ex-presidente Hu Jintao che, secondo alcuni, lo avrebbe voluto come successore al vertice del Partito e dello Stato cinesi.

Membro dal novembre scorso del Comitato permanente dell'ufficio politico (Cpup) comunista - considerato il "vero" governo della Cina - Li, come il suo predecessore Wen Jiabao, avrà il ruolo di "superministro" dell'economia e quello di mantenere i contatti con gli interlocutori della Cina a livello internazionale.

Li parla un buon inglese, ha studiato all'estero ed è ritenuto un esperto dei processi di urbanizzazione. Su di lui grava l'ombra della crisi dell'Aids che si è verificata negli anni Novanta nella provincia dell'Henan, nella quale aveva un ruolo dirigente.

Migliaia di contadini contrassero il mortale virus HIV attraverso le vendita di sangue agli ospedali della provincia, che trascuravano le elementari norme di sicurezza. Le vendite del sangue erano attivamente sostenute dal governo provinciale.

Domenica, Li Keqiang dovrebbe tenere la sua prima conferenza stampa, aperta ai giornalisti stranieri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS