Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PECHINO - La giovane cinese vincitrice di due medaglie d'oro nel pattinaggio di velocità alle Olimpiadi invernali di Vancouver, Zhou Yang, è stata criticata dal viceministro dello sport per aver ringraziato i suoi genitori e non la Patria dopo la vittoria.
Zhou, che ha 18 anni, ha dichiarato che spera che il suo successo renda più facile la vita ai suoi genitori, che sono entrambi disoccupati. "Va bene ringraziare i propri genitori ma prima di tutto bisogna ricordarsi della Madrepatria", ha affermato il viceministro Yu Zaiqing.
La dichiarazione del ministro ha suscitato la reazione indignata di centinaia di persone, che hanno scritto nei blog su Internet in difesa della ragazza. "Pagate gli atleti 500 yuan (75 franchi) al mese" si legge in uno dei messaggi online, "se non fosse per i suoi genitori come avrebbe fatto a diventare una campionessa?". Un altro se la prende direttamente col viceministro, a dimostrazione che i funzionari che si occupano di sport sono considerati generalmente inefficienti e corrotti: "Yu Zaiqing, vattene! Toglietegli tutte le sue cariche!", ha scritto il blogger.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS