Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PECHINO - Un tribunale cinese ha condannato a nove anni di prigione un ex-leader delle proteste studentesche del 1989 a piazza Tiananmen, secondo la stampa di Hong Kong.
Gli avvocati dell'imputato, Zhou Yongjun, di 42 anni, affermano che il loro cliente è stato estradato illegalmente da Hong Kong, che è una Speciale Regione Amministrativa (Sar) della Cina e che gode di un'ampia autonomia.
Zhou è stato condannato per una truffa che sarebbe stata commessa dall'uomo al quale è intestato il passaporto falso con cui l'ex-leader studentesco era rientrato dagli Usa a Macao (un'altra Sar della Cina) e da qui ad Hong Kong.
"La banca truffata è la Hang Seng di Hong Kong, e il reato sarebbe stato commesso ad Hong Kong", ha sottolineato uno degli avvocati del dissidente, Mo Shaoping, "e di conseguenza il caso é di competenza della magistratura di Hong Kong".
Mo ha aggiunto che la polizia di Hong Kong "non ha trovato alcun legame" tra Zhou e la truffa che, se provata, sarebbe da ascrivere all'intestatario del passaporto falso, che nel frattempo è deceduto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS