Navigation

Cina: nuova immolazione, studentessa si dà fuoco in mercato

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2012 - 14:42
(Keystone-ATS)

Una ragazza di 19 anni, Tsering Kyi, studentessa in un liceo, è morta dandosi fuoco in un mercato nella regione di Amdo, nel Tibet orientale, in segno di protesta contro l'occupazione cinese. Lo riferisce il sito Phayul. L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di sabato ma si è appreso solo oggi.

Il gesto della giovane donna, che è morta sul posto a causa della gravità delle ustioni, secondo le testimonianze di alcuni presenti, avrebbe anche scatenato degli scontri tra i cinesi e i tibetani presenti nel mercato. Il corpo senza vita della giovane donna sarebbe ora in custodia della polizia.

Nel tentativo di frenare eventuali altre proteste la polizia ha chiuso il mercato e ha sequestrato i cellulari alla gente presente per evitare la diffusione di notizie sull'accaduto. Ha inoltre dato ordine preciso di non dare all'esterno notizia di questa ulteriore immolazione.

Ieri una vedova di 32 anni, madre di quattro bambini, si è uccisa dandosi fuoco nella provincia cinese del Sichuan per chiedere libertà per il Tibet e il ritorno dall'esilio per il Dalai Lama. Con questi ultimi due casi sono arrivate a 24 le immolazioni, prevalentemente di monaci, verificatesi in un anno a favore della causa tibetana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?