Navigation

Cina: oltre 100'000 incendi per fuochi Capodanno, 40 i morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2011 - 08:40
(Keystone-ATS)

Sono 40 le vittime a causa dei fuochi d'artificio esplosi in Cina nella settimana di festeggiamenti per il capodanno cinese. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina secondo la quale sono oltre 118'000 gli incendi registrati nella settimana dal 2 all'8 febbraio, scaturiti dai fuochi d'artificio esplosi non correttamente.

Secondo i dati diffusi dal ministero della pubblica sicurezza, il numero degli incendi l'anno scorso, nello stesso periodo festivo, è stato di 7'480, con danni per 28,5 milioni di yuan, circa 4,1 milioni di franchi. Quest'anno, invece, gli incendi hanno causato danni per 56 milioni di yuan, circa 8,1 milioni di franchi, facendo anche 37 feriti. Nel conteggio dei danni di quest'anno, però, non sono compresi quelli derivati dall'incendio che ha distrutto completamente un albergo a cinque stelle a Shenyang, nella provincia nordorientale del Liaoning.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?