Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SHANGHAI - Un nuovo suicidio nella fabbrica della Foxconn, la società che produce componenti elettroniche anche, fra gli altri, per l'iPad della Apple e dove già sette si erano tolti la vita. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina.
Stamattina all'alba un giovane di 21 anni, Nan Gang, si è lanciato dal palazzo a Shenzhen, nel sud della Cina, nel quale é ospitato il dormitorio per i dipendenti della società di Taiwan. Salgono così a otto vittime di suicidi su dieci tentati suicidi. La Foxconn, appartenente al gruppo taiwanese Hon Hai Group, si occupa di tecnologia e ha tra i suoi clienti la Sony Ericsson e la Apple, per la quale producono in particolare parti dell'Ipad e dell'Ipod. Conta 800 mila dipendenti in Cina, 420 mila solo nella fabbrica di Shenzhen. Non si conoscono le motivazioni dell'ondata di suicidi che ha interessato la società, ma il sospetto riguarda la gestione del personale.

SDA-ATS