Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un tribunale cinese ha condannato sei funzionari del partito comunista cinese per aver torturato fino alla morte un altro funzionario che stavano interrogando. La notizia circola su diversi media in internet, ma non c'è ancora conferma della stampa ufficiale cinese.

I sei sono stati condannati dai 4 ai 16 anni da un tribunale della città di Quzhou, nella provincia orientale dello Zhejiang. Yu Qiyi, ingegnere capo di una società statale di Wenzhou, nella provincia orientale dello Zhejiang, era morto lo scorso 9 aprile per annegamento mentre era sottoposto a uno “shanggui”, una forma di detenzione e interrogatorio destinato ai funzionari del partito e dello Stato.

Secondo l'accusa, i sei avrebbero torturato il funzionario per estorcergli una confessione fino a metterlo in una vasca da bagno o in un grande barile per minacciarlo di annegamento, cosa poi avvenuta. Yu è stato detenuto per 38 giorni in un centro segreto di detenzione, uno di quelli che usano i funzionari del partito per i loro colleghi implicati in casi di corruzione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS