Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un paziente insoddisfatto per il risultato di un' operazione al naso ha ucciso oggi a coltellate un medico dell'ospedale nel quale era stato operato a Wenling, nella Cina meridionale. Altri due medici dell'ospedale sono stati feriti dall'uomo, che poi è stato fermato dai responsabili della sicurezza. L'omicida, che si chiama Lian e ha 33 anni, aveva chiesto del chirurgo che l'aveva operato. Non trovandolo, ha rivolto la sua ira contro il capo del dipartimento, che lo aveva ricevuto.

Si tratta del terzo episodio del genere a verificarsi in una settimana. In precedenza, nella provincia settentrionale del Liaoning, un uomo si era suicidato dopo aver colpito con sei coltellate un medico dopo un litigio su un' operazione che aveva subito. Pochi giorni dopo nel Guangodong (sud), due medici sono stati aggrediti dai familiari di un paziente che era morto in ospedale.

I media cinesi sottolineano che questi episodi mettono in luce la difficile situazione del servizio sanitario in Cina. La maggior parte degli ospedali sono a corto di finanziamenti dato che l' assistenza pubblica è estremamente limitata, e spesso i medici sono più preoccupati di guadagnare, a volte ordinando medicine e analisi non necessarie, che della salute dei loro pazienti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS