Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - L'autorità che vigila sulle banche cinesi ha chiesto agli istituti di credito di condurre un nuovo ciclo di 'stress test' sui loro bilanci per verificare l'impatto di un crollo dei prezzi immobiliari fino al 60%.
Lo scrive la Bloomberg citando una fonte vicina al dossier, che ravviva i timori di una bolla immobiliare pronta ad esplodere nel mercato cinese. In precedenza la svalutazione ipotizzata era pari al 30%, la metà.
Secondo la fonte alle banche cinesi è stato chiesto di includere nello scenario peggiore degli 'stress test', simili a quelli già effettuali in Usa ed Europa, un calo compreso fra il 50% e il 60% dei valori immobiliari nelle città dove più forte è stato lo sviluppo del 'mattonè.
Sui mercati più volte è emersa la preoccupazione che i maxi-prestiti emessi per finanziare il settore immobiliare, che hanno toccato la cifra record di 11.400 miliardi di dollari lo scorso anno, abbiano alimentato una bolla immobiliare pronta ad esplodere di fronte al probabile emergere di crediti inesigibili.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS