Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PECHINO - La Cina ha messo a morte oggi tre cittadini giapponesi condannati per traffico di droga. Lo afferma l'agenzia Nuova Cina. Un altro giapponese accusato dello stesso reato era stato ucciso il 6 aprile.
Le esecuzioni hanno provocato reazioni critiche in Giappone, dove il premier Yukio Hatoyama si era dichiarato "rammaricato e sorpreso" per la severità delle sentenze pur riconoscendo la "gravità" del crimine per il quale sono stati condannati i suoi connazionali.
L'esecuzione del 6 aprile è stata la prima di un cittadino giapponese in Cina dal 1972, quando furono normalizzati i rapporti tra i due Paesi.

SDA-ATS