Navigation

Cina: vietata vendita online dell'imene artificiale

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2012 - 11:24
(Keystone-ATS)

Vietata in Cina la vendita online dell'imene artificiale, uno dei prodotti più acquistati sulla rete. La decisione delle autorità è arrivata dopo che un team di esperti ha dichiarato pericoloso il prodotto per il fatto di contenere sostanze che possono causare serie infezioni.

La notizia ha scatenato molte reazioni sulla rete, soprattutto di ragazze che ora temono per il loro futuro perché in molte parti del paese non vengono viste di buon occhio le avventure prematrimoniali. L'imene artificiale è una sorta di membrana gelatinosa che rilascia liquido rosso nel momento del rapporto, fingendo la rottura dell'imene vero e "garantendo" la verginità della donna.

Sulla confezione, c'è scritto che il prodotto non solo "ripristina il divertimento nel matrimonio delle donne", ma anche che "previene infezioni batteriche, elimina gli odori, promuove il metabolismo delle donne, migliora la vita sessuale e migliora la qualità della vita coniugale".

La notizia ha scatenato i commenti di protesta di molte ragazze che su internet chiedono se si riesce a trovare il prodotto al mercato nero, bypassando i divieti della vendita online. Fino ad ora veniva venduto sul portale commerciale più famoso di Cina, Taobao, a 37 yuan, circa 4 euro, più spese di spedizione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?