La Cina aumenta i titoli di stato americani in portafoglio: in febbraio sono saliti di 8,5 miliardi di dollari per un totale di 1.180 miliardi di dollari. Si tratta dell'aumento maggiore degli ultimi sei mesi.

Pechino si conferma così il primo creditore estero degli Stati Uniti, seguita dal Giappone con 1.060 miliardi di dollari di titoli di stato.

Di recente si sono diffuse indiscrezioni sulla possibilità che la Cina possa usare i titoli di stato in portafoglio nelle possibile trattative per risolvere la disputa commerciale con gli Stati Uniti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.