Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo cinese ha convocato oggi l'Ambasciatore del Giappone per esprimergli la sua "disapprovazione", per le proteste con le quali Tokyo ha accolto l' annuncio della creazione di una "zona di difesa aerea" della Cina, col quale Pechino ha imposto unilateralmente nuove regole a "tutti i velivoli" che si trovino nella zona.

L' "area di difesa" della Cina - che ha minacciato "estreme misure difensive" contro chi non si atterrà alle regole - comprende le isole Senkaku/Diaoyu, controllate da Tokyo ma rivendicate da Pechino. In precedenza era toccato all'Ambasciatore cinese in Giappone essere convocato dal ministero degli esteri di Tokyo per ascoltare le proteste giapponesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS