Navigation

Cina-Vaticano: imminenti nomine vescovi non riconosciuti

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 luglio 2011 - 08:32
(Keystone-ATS)

La Chiesa "patriottica" cinese si appresta a nominare "almeno sette vescovi" che non sono stati approvati dal Vaticano. Lo ha dichiarato oggi il vicepresidente dell'Associazione patriottica dei cattolici cinesi Giuseppe Guo Jincai.

La Santa Sede ha reagito alle recenti nomine unilaterali di vescovi da parte dell'Associazione scomunicando i preti che vi hanno preso parte. In una dichiarazione al quotidiano "China Daily" Guo Jincai, ha affermato di non poter indicare con esattezza i tempi delle nomine, che richiedono un "complicato" lavoro preliminare. Il portavoce dell'Associazione Yang Yu ha aggiunto che le nomine "sono necessarie per la sopravvivenza" della Chiesa cinese, che ha 40 diocesi senza vescovo. Yang ha affermato che, nonostante le nomine unilaterali, l'Associazione "spera di poter migliorare le sue relazioni col Vaticano". A partire dallo scorso novembre, tre vescovi senza l'approvazione della Santa Sede sono stati nominati dall' Associazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?