Navigation

Cinema: Charlie Sheen fa causa per 100 milioni di dollari

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 marzo 2011 - 08:12
(Keystone-ATS)

L'attore Charlie Sheen ha avviato una causa da 100 milioni di dollari contro la compagnia Warner Bros. che l'ha licenziato dalla fortunata serie televisiva 'Two and A Half Men'.

La compagnia ha annullato la partecipazione di Sheen al programma dopo una serie di interviste dove l'attore ha usato espressioni offensive nei confronti del produttore Chick Lorre e altri membri del cast.

Sheen ha chiesto nella azione legale che la Warner paghi l'attore per le puntate cancellate (il suo contratto prevede due milioni di dollari a puntata) e che paghi gli stipendi di tutti gli altri membri del cast anche per gli episodi non filmati.

L'attore è da alcuni giorni alla ribalta della cronaca per il suo comportamento senza freni: interviste piene di insulti, uso di droga, notti brave con attricette e porno star.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?