Navigation

Cinema: Lindsay Lohan di nuovo in carcere

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 ottobre 2011 - 21:23
(Keystone-ATS)

Di nuovo manette per Lindsay Lohan che stamattina a Los Angeles è apparsa davanti al giudice Stephanie Sautner che le ha revocato la libertà vigilata, fissando una nuova udienza per il 2 novembre. Ora l'attrice rischia di passare dietro le sbarre un anno e mezzo. La Lohan, secondo il giudice, non ha completato il programma di riabilitazione attraverso i lavori sociali al Downtown Woman Center di Los Angeles.

Alla lettura del resoconto dell'attività della Lohan redatta dagli operatori del centro, il giudice Sautner si è detto incredulo, soprattutto quando, durante un'intervista da parte del responsabile, l'attrice ha definito il suo lavoro presso il centro "poco appagante".

Al nono appuntamento saltato i responsabili del Downtown Woman Center hanno deciso di espellere la Lohan, avvertendo il giudice del suo comportamento. La difesa ha tentato di convincere invano la corte che l'attrice non ha potuto prestare servizio perché era fuori città per lavoro. Rientrata in carcere poco dopo la decisione del giudice Sautner, Lindsay Lohan potrebbe uscire già nelle prossime ore, su cauzione. Prima della udienza del 2 novembre dovrà completare 16 ore di servizi sociali al locale obitorio

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?