Navigation

Cinema: morto A. Laurents, sceneggiatore di "West Side Story"

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 maggio 2011 - 17:57
(Keystone-ATS)

È morto a New York, di polmonite, all'età di 93 anni, Arthur Laurents, uno dei protagonisti del teatro musicale americano, sceneggiatore di capolavori come "West Side Story" e "Gipsy". Regista e scrittore, cresciuto a Brooklyn, Laurents vinse anche due Tony Awards, l'oscar del teatro di Broadway, per due regie: la prima nel 1968 con lo spettacolo "Hallelujah Baby", la seconda nel 1984 con "La Cage aux Folles", l'adattamento americano dell'omonima commedia francese del 1973, da cui nel 1979 venne tratto il delizioso film "Il Vizietto", con Ugo Tognazzi e Michel Serrault.

Negli anni 50, all'epoca del maccartismo, Laurents venne inserito nella "lista nera" dei sospetti simpatizzanti del partito comunista, tanto che molte delle sue sceneggiature rimasero nei cassetti degli studios. Nel '57 debuttò la sua opera più celebre, "West Side Story" che rimase in cartellone a Broadway per 732 giorni, prima di partire per una tournée di grande successo. Poi, nel '61, ne venne tratto il film, per la regia di Jerome Robbins e Robert Wise, che vinse ben 10 Oscar, un record per un film musicale.

Nel 1978, Laurents, ha avuto due nomination all'Oscar per aver scritto il film "The Turning Point", ("Due vite, una svolta" con Shirley MacLaine e Anne Bancroft. Nel 1973 scrisse anche il famosissimo film "The Way We Were", ("Come eravamo"), con Robert Redford and Barbra Streisand. Ma come diceva sempre, in ogni intervista, la sua vita era il teatro di Broadway.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?