Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Terence Hill, al secolo Mario Girotti, nell'ambito della 21esima edizione del Religion Today Film Festival riceverà oggi a Trento il premio alla carriera.

KEYSTONE/APA/ZB/SEBASTIAN KAHNERT

(sda-ats)

Terence Hill, al secolo Mario Girotti, è in Trentino per presentare il suo nuovo film "Il mio nome è Thomas", proiettato nell'ambito della 21esima edizione del Religion Today Film Festival, dal quale riceverà oggi a Trento il premio alla carriera.

"Sul mio film - dice l'attore - non mi sento di dire molto, ma posso solo sottolineare che la televisione è bellissima anche se molto complessa. Ho dovuto scegliere se continuare con 'Un passo dal cielo' o 'Don Matteo', preferendo quest'ultimo, proprio perché tante riprese significano poco tempo da dedicare alla famiglia".

"Ricordo ancora la prima scena che ho girato in compagnia di Bud Spencer: non mi diedero nemmeno un copione, quindi inizialmente mi rifiutai", aggiunge Terence Hill. "Poi mi dissero che avremmo cominciato con il prenderci a botte e se ci ripenso non posso che sorridere".

"Il ricordo che più di tutti mi porto dentro insieme a Bud Spencer - prosegue - è quello di due amici che si sono sempre voluti bene. Non avevo considerato di dedicargli quanto fatto, ma ancora oggi pensare a lui mi riempie di gioia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS