Navigation

Cipro: sotto processo per aver detto idiota al presidente

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 febbraio 2012 - 13:40
(Keystone-ATS)

Un cittadino greco-cipriota è comparso in tribunale con l'accusa di disturbo della quiete pubblica aver dato dell'idiota al presidente della Repubblica, il comunista Demetris Christofias.

Lo riferisce oggi il quotidiano Famagusta Gazette ricordando che l'incidente è avvenuto lo scorso agosto quando l'uomo, che era fermo in auto ad un semaforo, ha visto passare il corteo presidenziale e, dopo aver abbassato il finestrino, avrebbe gridato "presidente idiota, dimettiti!".

Subito dopo alcune guardie del corpo di Christofias, scese dalle loro auto, lo hanno arrestato e portato in un commissariato. Dal momento che l'uomo ha rifiutato di fare le proprie scuse al presidente, è stato formalmente incriminato.

L'episodio sta suscitando vive polemiche sull'isola dove molti cominciano a chiedersi se per caso Christofias abbia dimenticato di essere il presidente di una Repubblica democratica e intenda reprimere il pur minimo dissenso con sistemi intimidatori che ricordano i tempi di Stalin.

Nei mesi scorsi decine di migliaia di ciprioti e anche i partiti dell'opposizione hanno chiesto a gran voce le dimissioni di Christofias accusato di essere politicamente responsabile della disastrosa esplosione, lo scorso luglio, di un enorme quantitativo di armi iraniane confiscate che ha provocato la morte di 13 persone e la distruzione della più moderna centrale elettrica del Paese con immensi danni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?