Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEL AVIV - Torna la tensione in Cisgiordania dopo che nella nottata una moschea è stata danneggiata da un incendio doloso. Lo ha riferito la radio militare israeliana secondo cui l'episodio è avvenuto nel villaggio di Luban a-Sharkya, presso Nablus.
Un reparto dell'esercito è sopraggiunto sul posto per verificare l'etnità dei danni e per cercare di mantenere l'ordine.
Secondo l'emittente è possibile che le fiamme siano state appiccate da coloni ebrei della zona. Un episodio analogo, ha ricordato l'emittente, si verificò nel dicembre scorso: allora lo Shin Bet (il servizio di sicurezza interno) fermò alcuni coloni estremisti ma in assenza di prove concrete a loro carico li rimise in libertà.

SDA-ATS