Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Obiettivi ed esigenze sono chiari, ci serve un accordo universale sul clima".

Con queste parole il ministro degli Esteri francese e presidente della Cop 21, Laurent Fabius, ha aperto la fase ministeriale della Conferenza sul Clima - alla quale partecipa la consigliera federale Doris Leuthard - definendola "la settimana della speranza".

I 147 leader che hanno aperto la Conferenza, ha sottolineato, "ci hanno dato un mandato chiaro: bisogna riuscire", fornendo "un impulso politico forte e senza precedenti".

"Il tempo delle decisioni è arrivato, su questo tema essenziale e anche esistenziale che è il cambiamento climatico - ha aggiunto - voi siete responsabili politici, il che vuol dire etimologicamente che siete tenuti a portare risposte.

Spero che grazie a voi sia trovato l'impulso per dare risposte alle questioni politiche che restano aperte". L'accordo, ha aggiunto, dev'essere raggiunto entro venerdì, ma "questo significa che in realtà dobbiamo finire giovedì", per consentire revisioni tecniche e giuridiche e traduzioni. "Conto sul vostro impegno in questo senso, possiamo e dobbiamo riuscire", ha concluso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS