Navigation

Clima: Guterres, la speranza sono i giovani

"Il mondo ha bisogno che i giovani continuino a parlare, esercitino pressioni e allarghino i confini per farci proteggere il nostro pianeta e migliorare la vita della gente", ha detto il segretario generale della Nazioni Unite, Antonio Guterres, nel messaggio di fine anno. KEYSTONE/SDN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 dicembre 2019 - 13:58
(Keystone-ATS)

"Il mondo vive nell'insicurezza, nelle ineguaglianze, nell'odio in aumento, nei cambiamenti climatici che surriscaldano il pianeta", ma "c'è speranza" nelle nuove generazioni. Lo dice il segretario generale dell'ONU Antonio Guterres nel messaggio di fine anno.

"Il mondo ha bisogno che i giovani continuino a parlare, esercitino pressioni e allarghino i confini per farci proteggere il nostro pianeta e migliorare la vita della gente", ha proseguito. "La vostra generazione - ha aggiunto Guterres - è in prima linea e sulle prime pagine dei giornali. La vostra passione e determinazione mi dà fiducia. State chiedendo con forza la possibilità di dare forma al vostro futuro e io sono con voi. Le Nazioni Unite sono con voi".

"Nel 2020 inizia una decade di azioni per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile - ha detto ancora Guterres - e dobbiamo darci una planimetria che ci porti ad una globalizzazione giusta". "Non ci possiamo permettere di essere la generazione disattenta al pianeta che brucia", ha sostenuto Guterres concludendo: ''Auguro a tutti ovunque pace e gioia nel 2020".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.