Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alcune migliaia di persone sono scese oggi in piazza in varie città svizzere per fare pressione sui partecipanti alla COP21, la conferenza sul clima dell'Onu che apre i battenti lunedì a Parigi.

I manifestanti, particolarmente numerosi a Ginevra, hanno criticato in particolare quello che giudicano un impegno troppo modesto da parte della Confederazione per ridurre le emissioni di CO2, il principale gas a effetto serra.

La 21esima Conferenza delle Parti (COP21) della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che si concluderà l'11 dicembre e riunirà circa 10'000 delegati di 195 Paesi, ha l'obiettivo di concludere, per la prima volta in oltre 20 anni di mediazione da parte dell'Onu, un accordo vincolante volto a limitare l'aumento della temperatura terrestre di due gradi rispetto all'era preindustriale.

In febbraio, in vista della COP21, il Consiglio federale ha annunciato di voler ridurre le emissioni di gas a effetto serra del 50% entro il 2030 rispetto al 1990.

Secondo la "Coalizione Clima 21 Svizzera romanda" - che riunisce organizzazioni di protezione dell'ambiente e dei diritti dell'uomo, sindacati e associazioni confessionali - i cui militanti sono scesi in piazza a Ginevra, l'obiettivo è insufficiente: bisogna puntare al 60% entro il 2030. Nella città di Calvino l'appello della Coalizione è stato seguito 2500-5000 persone, che oltre alla politica hanno denunciato in particolare l'inerzia dell'economia e i danni causati dal traffico aereo.

A Berna, su invito dell'Alleanza climatica (una colazione di organizzazioni e partiti), sono convenuti un migliaio di manifestanti, tanti quanti se ne sono contati a Zurigo. "Non siamo soli, siamo parte di un movimento immenso", ha detto sulla Piazza federale la consigliera nazionale rieletta Nadine Masshardt (PS/BE), facendo riferimento alla mobilitazione internazionale alla vigilia della COP21. Complessivamente questo fine settimana in 150 Paesi si tengono 2300 manifestazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS