Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Gli uccelli sono tra gli animali più a rischio a causa dei cambiamenti climatici. Lo affermano due studi americani, che hanno trovato che molte specie hanno perso peso e che potrebbero scomparire gli habitat naturali soprattutto di quelle che vivono vicino agli oceani, minacciati dall'innalzamento delle acque.
I ricercatori del Carnegie Museum of Natural History della Pennsylvania hanno esaminato i dati di oltre mezzo milione di migratori che sono passati dalla stazione ornitologica del museo tra il 1961 e il 2007. Il risultato delle osservazioni è stato che la maggior parte delle oltre 100 specie esaminate ha avuto una perdita di peso e di dimensioni delle ali fino al 5%.
Oltre agli effetti già in corso, per gli uccelli i cambiamenti climatici rappresentano una minaccia anche nel futuro: secondo lo 'State of the birds report', pubblicato dal Dipartimento degli Interni americano, un terzo delle 800 specie statunitensi è a rischio 'alto' o 'medio' di estinzione. A temere di più sono le specie che vivono vicino all'acqua, che vedranno diminuire progressivamente il loro habitat naturale a causa dell'innalzamento del livello dei mari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS