Navigation

CN: abusi sessuali su bambini mai in prescrizione

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2012 - 08:53
(Keystone-ATS)

Gli autori di delitti sessuali su fanciulli saranno perseguibili penalmente per tutta la loro vita. Senza opposizioni, il Consiglio nazionale è entrato oggi in materia sulla legge d'applicazione dell'iniziativa "per l'imprescrittibilità dei reati di pornografia infantile" approvata dal popolo nel 2008.

Le discussioni saranno oggi incentrate sulla definizione di "fanciullo impubero" presente nell'iniziativa. La Commissione preparatoria propone di fissare un limite a 12 anni.

L'associazione Marche Blanche, all'origine dell'iniziativa, vorrebbe portare questo limite a 14 anni. Al Nazionale questa proposta è sostenuta da UDC, Verdi Liberali, e PBD. I democentristi sarebbero favorevoli ad innalzare la soglia a 16 anni.

Altro principio che rimane da chiarire è la definizione di "reati sessuali o di pornografia". Qui il governo propone l'imprescrittibilità dei seguenti quattro reati: atti sessuali con fanciulli, coazione sessuale, violenza carnale, atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere.

La maggioranza della commissione preparatoria vorrebbe estenderla anche ai reati commessi con persone ricoverate, detenute o imputate, nonché quelli con persone in stato di bisogno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?