Tutte le notizie in breve

L'autore della mozione approvata, Jean-Luc Addor (UDC/VS).

Keystone/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

La commercializzazione di talune piante invasive esotiche dovrebbe essere vietata in Svizzera.

Il Consiglio nazionale ha accettato oggi - con 117 voti contro 60 - una mozione di Jean-Luc Addor (UDC/VS) volta a proibire le piante che figurano su una lista nera. Il Consiglio degli Stati deve ancora pronunciarsi.

Con la loro presenza, le cosiddette "neofite invasive" si diffondono rapidamente, minacciando la fauna e la flora locale, ha spiegato il democentrista vallesano. Inoltre, occorrono mezzi considerevoli per eliminarle.

Il centro nazionale di raccolta dei dati e delle informazioni sulla flora svizzera pubblica regolarmente una lista delle piante esotiche invasive, sulla base di conoscenze scientifiche attualizzate. Attualmente, 40 piante figurano su questa "black list".

L'autore della mozione propone di completare l'attuale lista con undici nuove piante vietate dall'ordinanza sull'utilizzazione di organismi nell'ambiente.

Il Consiglio federale ha ammesso il problema: i divieti attuali non bastano per gestire la nocività di queste piante invasive, il loro numero in costante crescita e i danni da esse generati.

Una strategia nazionale in tal senso è in fase di preparazione. Dovrebbe consentire di gestire il problema nel suo insieme, dall'identificazione dei rischi alla prevenzione, passando per la lotta e il controllo.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve