Navigation

CN: favorevole a parco nazionale innovazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 dicembre 2012 - 16:58
(Keystone-ATS)

La Confederazione deve finanziare l'istituzione di un parco nazionale per l'innovazione ripartito nelle diverse regioni del paese. Il Consiglio nazionale si è allineato oggi tacitamente alla Camera dei cantoni su questo progetto contenuto nella nuova legge federale sulla promozione della ricerca e dell'innovazione. Il testo è pronto per le votazioni finali.

Nella determinazione dei vari siti, il Consiglio degli Stati aveva chiesto di prestare attenzione sia all'equilibrio regionale che alla collaborazione con le alte scuole. I deputati del Nazionale hanno condiviso questo punto di vista.

La revisione della legge ha come scopo la creazione della base legale par far sì che la Confederazione possa sostenere il parco. Si tratterebbe di un'entità indipendente gestita da operatori pubblici, tra cui i cantoni e i politecnici. Il testo approvato oggi autorizza lo Stato a vendere o cedere terreni per il parco e consente a quest'ultimo di disporre di strumenti di finanziamento di vario genere.

Recentemente è stata creata un'associazione, denominata "Swiss Innovation Park", che avrà il compito di elaborare un piano direttore per la realizzazione del progetto. Devono in particolare essere determinati i siti in cui il parco vedrà la luce.

Per il resto, il testo approvato oggi fa chiarezza sulle missioni e le competenze degli organi di promozione della ricerca, come il Fondo nazionale e la Commissione per la tecnologia e l'innovazione. Precisa inoltre gli obiettivi in materia di cooperazione scientifica internazionale e semplifica le procedure di pianificazione.

La legge è strettamente legata a quella sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario (LPSU) che, dopo essere stata adottata dal parlamento lo scorso anno, entrerà in vigore nel 2014.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.