Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I 200 membri del Consiglio nazionale, eletti il 18 ottobre, hanno prestato oggi giuramento. Tutti, nella loro lingua madre, hanno giurato o promesso di difendere la Costituzione e le leggi e di adempiere ai loro obblighi.

La cerimonia si è conclusa con l'inno nazionale suonato da una quartetto composto da esponenti della camera, tra i quali figurava la futura presidente del Nazionale per il periodo 2015-2016 Christa Markwalder (PLR/BE). I parlamentari e il pubblico sono stati invitati a cantare il Salmo svizzero ognuno nella loro lingua.

Prima del giuramento, il Nazionale ha costatato che i risultati delle elezioni sono stati convalidati in tutti i cantoni e ha preso atto del rapporto del Consiglio federale. Ha dovuto inoltre accertare che non vi fossero per gli eletti incompatibilità con il mandato di parlamentare.

L'unica incompatibilità constatata riguardava Roberto Schmid (PPD/VS) che è membro della commissione del Fondo Svizzero per il Paesaggio (FSP). Il vallesano ha però informato la Camera prima della seduta odierna della sua volontà di lasciare la carica contestata entro il termine legale del 30 maggio 2016. La sua elezione è quindi stata approvata.

Da notare infine che i due zurighesi eletti agli Stati - Daniel Jositsch (PS) e Ruedi Noser (PLR) - hanno iniziato la sessione sedendo ai banchi del Nazionale. Il Canton Zurigo non ha infatti ancora formalmente approvato la loro elezione alla Camera dei cantoni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS