Navigation

CN: la promozione dello sport nelle mani degli Stati

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 giugno 2011 - 19:23
(Keystone-ATS)

La sorte delle nuova legge sulla promozione dello sport è nelle mani del Consiglio degli Stati. La Camera del popolo ha accettato oggi tacitamente la proposta della Conferenza di conciliazione sulle lezioni di educazione fisica a scuola, ultima divergenza tra le due Camere.

Questa unanimità non è una sorpresa, visto che la Conferenza di conciliazione ha optato in favore della posizione difesa tre volte dal Nazionale. Se il Consiglio degli Stati vi aderisse, la Confederazione potrebbe imporre almeno tre lezioni di ginnastica alla settimana nella scuola dell'obbligo, in tutta la Svizzera.

Gli Stati si sono sempre opposti in nome del rispetto della sovranità cantonale. Se dovessero mantenere la loro posizione mercoledì prossimo, l'intera legge verrebbe affossata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?