Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Perché effettuare i periodici lavori di risanamento della galleria autostradale del San Gottardo nel corso della primavera, quando la strada del passo è ancora chiusa, isolando così il Ticino dal resto della Svizzera? È quanto ha chiesto oggi alla ministra dei trasporti Doris Leuthard il consigliere nazionale ticinese Fabio Regazzi (PPD/TI) durante la tradizionale "ora delle domande". La consigliera federale ha risposto che "data la periodicità di questo tipo di manutenzione, è inevitabile che un ciclo di pulizia abbia luogo durante i periodi di chiusura invernale".

La Leuthard ha spiegato che "le luci e i segnali nell'attuale galleria devono essere puliti tre volte l'anno a causa della formazione di fuliggine che ne diminuisce la visibilità". Tali lavori richiedono la chiusura notturna della galleria per quattro notti la settimana (dalle 19.30 alle 5.00). Per la consigliera federale, durante questa interruzione "il Ticino resta tuttavia collegato al resto della Svizzera attraverso il San Bernardino".

La ministra dei trasporti ha infine sottolineato come "il Consiglio federale sia consapevole della grande importanza che il collegamento attraverso il traforo del San Gottardo riveste per il cantone Ticino. Proprio per questo, nel suo messaggio sul previsto risanamento totale della galleria esistente - che richiede una chiusura pluriennale - il governo propone di costruire preliminarmente una seconda canna senza aumento della capacità di transito".

SDA-ATS