Navigation

CN: prostituzione minorile va vietata

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 marzo 2012 - 18:31
(Keystone-ATS)

La prostituzione dei minori deve essere vietata. Il Consiglio Nazionale lo ha ribadito oggi trasmettendo tacitamente quattro iniziative in tal senso. Frattanto, il Consiglio federale ha già posto in consultazione un progetto.

I testi, due iniziative parlamentari e due cantonali, avevano tutti lo stesso obiettivo: vietare la prostituzione fra i 16 e i 18 anni, punire i clienti e permettere alla Svizzera di ratificare la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla protezione dei minori contro lo sfruttamento e l'abuso sessuali.

La Svizzera è uno dei rari paesi europei ad autorizzare la prostituzione con minorenni di 16 e 17 anni, creando un fenomeno di turismo del sesso verso il nostro paese.

Lo scorso agosto il governo ha posto in consultazione un progetto per l'applicazione della Convenzione del Consiglio d'Europa e la relativa revisione del Codice penale. Il Nazionale ha però voluto ribadire la necessità di agire contro questo fenomeno per "evitare che la Svizzera diventi la Thailandia d'Europa", come ha detto Luc Barthassat (PPD/GE), autore di una delle mozioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?