Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Consiglio federale non ha l'intenzione di rinunciare a imporre, dal primo aprile, l'obbligo del seggiolino per bambini fino ai 12 anni. Esaminerà tuttavia la possibilità di autorizzare eccezioni, in particolare per il trasporto di fanciulli da parte di terzi.
L'applicazione della direttiva europea per il trasporto dei bambini può in effetti causare problemi in determinate circostanze, scrive il Dipartimento federale dei trasporti (DATEC), in risposta a una domanda di Christian van Singer (Verdi/VD). Il Consiglio federale studierà la possibilità di introdurre deroghe.
Per il resto, malgrado l'ondata di critiche che suscita, secondo i servizi di Moritz Leuenberger la nuova regolamentazione non penalizzerà pesantemente il portafoglio delle famiglie. Sul mercato si trovano prodotti a prezzi vantaggiosi (dai 20 ai 40 franchi) che possono venir impiegati per bambini di più di 15 chili. È inoltre possibile sistemare agevolmente tre seggiolini sui sedili posteriori delle automobili.
Se fino ad oggi erano i bambini fino ai 7 anni a dover essere sistemati in appositi seggiolini omologati, dal primo di aprile l'età verrà innalzata a 12 anni. Tale norma non riguarderà tuttavia i bimbi alti più di 150 centimetri.
Un'altra eccezione, valida fino al 2012, riguarda i bambini a partire dai 7 anni, che, se seduti sul sedile di una vettura munita esclusivamente di cintura addominale (con due punti d'attacco), non dovranno più essere assicurati con un dispositivo speciale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS