Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un miglioramento della formazione e un'estensione delle possibilità di impiego al servizio della società. È quanto si propone la revisione della legge sul servizio civile in discussione al Consiglio nazionale.

La proposta di non entrata nel merito dell'UDC è stata respinta per 137 voti a 48. Il plenum sta ora affrontando l'esame particolareggiato del dossier (fino alle 19.00): il voto finale è atteso per domani mattina.

Per i democentristi, la revisione della legge renderà ancora più attrattivo il servizio civile a scapito di quello militare. Da quando è stato abolito l'esame di coscienza nel 2009, ha dichiarato Andrea Geissbühler (UDC/BE), il numero di giorni di servizio assolti dai civilisti è triplicato (a 1,5 milioni nel 2013, n.d.r).

Da mille civilisti dell'inizio si è arrivati a toccare il picco dei 9 mila: ora tale numero si aggira sui 4-5 mila, ha precisato Hans Fehr (UDC/ZH). La revisione in discussione indebolirà l'esercito, ha aggiunto, precisando che il servizio civile deve rimanere un'eccezione affinché venga rispettato il principio dell'obbligo del servizio militare iscritto nella Costituzione federale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS