Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

CN: sostegno ricerca, credito supplementare a università

L'educazione, la ricerca e l'innovazione devono ricevere un credito superiore ai circa 26 miliardi di franchi previsti dalla Confederazione per il periodo 2013-2016. Con 110 voti contro 60, il Consiglio nazionale ha mantenuto oggi questa divergenza con gli Stati.

La Camera del popolo vuole che i Politecnici federali, le università, il Fondo nazionale per la ricerca scientifica (FNS) e le Accademie svizzere della scienza ottengano un supplemento di circa 240 milioni.

L'aumento dei fondi per il 2013 è più basso rispetto alla crescita del numero di studenti, ha rilevato il relatore della commissione Fathi Derder (PLR/VD), difendendo il credito supplementare. L'UDC e una parte di PLR e PPD si sono opposti senza successo. Le risorse sono insufficienti e la spesa in questo settore è già cresciuta abbastanza negli ultimi anni, ha affermato Felix Müri (UDC/LU).

Il Nazionale si è allineato agli Stati e al governo per quanto riguarda la Commissione per la tecnologia e l'innovazione (CTI). Ha accettato tacitamente che quest'ultima riceva 546 milioni di franchi, mentre chiedeva inizialmente un credito di 605 milioni.

Il dossier torna agli Stati

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.