Navigation

CN: tassazione coppie sposate, progetto rinviato al CF

In aula il consigliere federale Ueli Maurer si è opposto invano al rinvio del progetto KEYSTONE/AA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 dicembre 2019 - 12:45
(Keystone-ATS)

L'abolizione della penalizzazione fiscale del matrimonio nell'imposta federale diretta non è per oggi. Dopo il Consiglio degli Stati, anche il Nazionale ha deciso - con 113 voti contro 80 e 1 astenuto - di rinviare il progetto al Consiglio federale.

La maggioranza chiede al Governo di proporre modelli fiscali alternativi.

I dibattiti si annunciavano tesi sin dall'inizio: da una parte i gruppi PPD e UDC che volevano abolire la penalizzazione fiscale delle coppie sposate limitando il più possibile le perdite fiscali per le casse dello Stato. Dall'altro, PLR, PVL e sinistra che volevano altri modelli, come quello in vigore nel canton Vaud o quello con un'imposizione individuale, e peroravano il rinvio del dossier.

Il nuovo Consiglio nazionale, dove democentristi e popolari-democratici insieme non hanno la maggioranza, ha preferito seguire la proposta della sua commissione preparatoria e di rispedire al mittente il progetto di riforma elaborato dal Consiglio federale dopo l'annullamento del voto sull'iniziativa del PPD riguardante l'imposizione fiscale dei coniugi a causa di un "errore grossolano" nel numero di coppie interessate dalla modifica costituzionale.

Secondo il ministro delle finanze Ueli Maurer, che in aula si è opposto invano al rinvio, occorrere ora attendere se il PPD ritira o meno la sua iniziativa popolare "Per il matrimonio e la famiglia - No agli svantaggi fiscali per le coppie sposate". Se i popolari-democratici non ritirano il testo, la votazione dovrà essere ripetuta nel settembre 2020, ha precisato Maurer. Contattati dall'agenzia Keystone-ATS, i vertici del PPD hanno dichiarato di non aver ancora preso una decisione. Vogliono analizzare ulteriormente la situazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.