Navigation

Colombia: 'sogno' Farc, avere una squadra di calcio

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 agosto 2017 - 21:05
(Keystone-ATS)

Da gruppo della guerriglia al campo di gioco: nel loro lungo addio alle armi, le Farc hanno fatto sapere che vorrebbero avere una squadra di calcio professionale.

In vista di un appuntamento chiave, quello del 27 agosto a Bogotà nel quale al termine di un congresso diventeranno ufficialmente un partito politico, le Forze armate rivoluzionarie della Colombia hanno invitato Diego Armando Maradona e il ciclista Nairo Quintana alla cerimonia.

"Facciamo insieme questo bel gol della pace per la Colombia", ha sottolineato Rodrigo Granda, tra i leader Farc, considerato il 'ministro degli esteri' del gruppo.

"Abbiamo dei sogni e ci piace continuare a sognare", hanno fatto sapere altri dirigenti del gruppo, ricordando comunque i costi molto elevati per poter fondare un club calcistico professionale.

Quella dello sport non è l'unica novità dal fronte Farc: circa 300 ex guerriglieri si sono iscritti ad un corso a Bogotà per diventare guardie del corpo o per lavorare quali uomini della sicurezza. A renderlo noto sono state fonti ufficiali, ricordando che il progetto è uno dei punti previsti negli accordi di pace firmati tra il governo e la guerriglia, al fine di "reintegrarsi nella vita social del paese".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo