Navigation

Colombia: 7 i morti e 140 i feriti nelle proteste di Bogotà

Notte di fuoco a Bogotà. KEYSTONE/AP/Ivan Valencia sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2020 - 15:30
(Keystone-ATS)

È salito a sette morti e 140 feriti il bilancio della notte di violenza registrata a Bogotà dopo la morte provocata ieri da agenti della polizia colombiana di un avvocato di 44 anni, Javier Ordóñez.

La polizia nazionale ha diffuso oggi un nuovo bilancio dei disordini in cui si precisa che le vittime fatali sono state cinque nella capitale e due nella vicina città di Soacha.

Il resoconto fissa anche a 140 il numero dei feriti per lo più con "elementi contundenti", dei quali 87 sono agenti di polizia - soprattutto a Bogotà, ma anche a Soacha e Madrid in Cundinamarca - e 53 civili.

Da parte sua il generale Gustavo Alberto Moreno, direttore ad interim della polizia, ha sostenuto che sono stati importanti i danni materiali, che hanno riguardato anche l'attacco a 49 'Comandi di azione immediata' (Cai) della polizia, dei quali 17 sono stati completamente distrutti dalle fiamme.

Infine, il ministro della Difesa, Carlos Holmes Trujillo, ha reso noto che il governo consegnerà fino a 50 milioni di pesos (12'000 franchi) a chiunque fornisca informazioni utili alla cattura delle persone responsabili degli omicidi o delle azioni di vandalismo.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.