Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente colombiano Juan Manuel Santos

KEYSTONE/EPA EFE/CHRISTIAN ESCOBAR MORA

(sda-ats)

"Sarà una cerimonia semplice, questo non è uno show ma la firma della pace": così il governo colombiano descrive l'evento nel quale in serata (la notte in Svizzera) verrà firmata a Cartagena de las Indias la storica intesa tra le autorità e la guerriglia Farc.

A sottolinearlo è stata la ministro per il commercio, Maria Claudia Locoutore, responsabile dell'organizzazione.

La cerimonia, ha precisato, non durerà più di 70 minuti e si svolgerà nel centro di convenzioni della città, dove sono stati tra l'altro allestiti sei mega-schermi, alla presenza di 2.500 invitati, tra i quali i leader o ministri degli esteri di una quarantina di paesi e una decina di rappresentanti di organismi multilaterali.

L'evento inizierà alle 17 ore locali con la presentazione di una banda musicale di bambini che interpreterà l'inno nazionale. Poi ci sarà un omaggio alle vittime della violenza: quindi, la firma della pace, e gli interventi, tra i quali quelli del leader Farc (Forze armate rivoluzionarie della Colombia) Rodrigo "Timochenko" Londono e del presidente Juan Manuel Santos.

Il documento che chiuderà 52 anni di conflitti sarà firmato con un 'baligrafo', e cioè una pallottola (bala) "divenuta stilografica", a rappresentare "la transizione verso l'educazione e il futuro", ha precisato Santos.

Tra gli invitati, parlamentari, magistrati, 400 vittime delle violenze degli ultimi anni, 120 membri delle Farc, industriali, sindacalisti, militari. A seguire l'evento saranno 1.200 giornalisti, colombiani e stranieri, mentre la sicurezza sarà garantita da 2.700 uomini.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS