Navigation

Commercio al dettaglio, +9% l'alimentare, -9% il non-food

I supermercati hanno viaggiato a gonfie vele. KEYSTONE/EPA/SASCHA STEINBACH sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 maggio 2020 - 11:45
(Keystone-ATS)

Andamento assai contrastante nel commercio al dettaglio svizzero durante il primo trimestre dell'anno: le vendite del comparto alimentare sono apparse in crescita del 9,1% su base annua, mentre il ramo non-food ha subito un calo dell'8,6%.

Nel suo complesso il settore del commercio al dettaglio ha beneficiato di una progressione del 2,3%, stando a una stima della società di analisi di mercato Gfk. Particolarmente dinamico si è mostrato il segmento elettronica di consumo, stimolato dal telelavoro e dalle attività scolastiche a casa propria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.