Navigation

Commercio al dettaglio: vendite in calo nel novembre 2019

Vendite in calo nel novembre scorso. KEYSTONE/OBS/LIDL SCHWEIZ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 gennaio 2020 - 10:34
(Keystone-ATS)

Nel novembre 2019, il fatturato del commercio al dettaglio in Svizzera, corretto in base ai giorni di vendita e giorni festivi, è diminuito in termini nominali dello 0,7% rispetto all'anno prima. Lo indica una nota odierna dell'Ufficio federale di statistica (UST).

Sempre nel novembre scorso, il fatturato del commercio al dettaglio in termini reali - ossia tenendo conto del rincaro - è rimasto stabile su un anno.

Dopo la correzione in base all’effetto dei giorni di vendita e dei giorni festivi, nel mese di novembre 2019 il commercio al dettaglio, distributori di benzina esclusi, ha registrato una stagnazione delle cifre d'affari in termini nominali rispetto a novembre 2018 (in termini reali +0,5%).

Il commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacchi ha segnato una diminuzione del fatturato dello 0,1% in termini nominali (in termini reali +0,9%) e il comparto non alimentare un calo dello 0,2% in termini nominali (in termini reali: +0,6%).

Nel commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacchi il fatturato è progredito dell'1,3% in termini nominali (in termini reali: +1,4%) e nel comparto non alimentare hanno presentato una diminuzione dello 1% (in termini reali:–0,8%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.