Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Matrimoni civili aperti anche alle coppie omosessuali: è l'auspicio della Commissione degli affari giuridici (CAG-N) del Consiglio nazionale, che con 12 voti contro 9 e un'astensione, ha dato seguito all'iniziativa parlamentare dei Verdi liberali "Matrimonio civile per tutti". Lo indica la stessa CAG-N in una nota odierna.

Prima che la commissione possa elaborare un progetto concreto, la proposta dovrà essere esaminata anche dall'omologa Commissione del Consiglio degli Stati. L'ultima parola spetterà comunque al popolo, poiché si tratta di un'iniziativa che comporta una modifica costituzionale.

Secondo i Verdi liberali, si tratta di conferire anche al concubinato lo statuto di diritto fondamentale accordato attualmente solo al matrimonio. Con questo progetto, partner e concubini potrebbero inoltre avere diritto alla naturalizzazione facilitata. Il partito precisa che l'iniziativa non obbligherà per contro il Parlamento a rendere accessibile l'adozione alle coppie omosessuali.

La Commissione ha respinto, con 12 voti contro 9 e un'astensione, un'altra iniziativa parlamentare dei Verdi liberali che mirava a parificare tutte le forme di convivenza in tutti gli ambiti del diritto pubblico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS