Le controverse spese rimborsate a ufficiali dell'esercito - da partite a golf a cene gastronomiche - rese pubbliche l'altro ieri dai media, sono state tematizzate dalla Commissione della politica di sicurezza (CPS) del Consiglio degli Stati.

Deplorando l'accaduto, la commissione rimprovera al capo del Dipartimento della difesa (DDPS) Guy Parmelin una certa inerzia. La CPS si rammarica per il fatto che il consigliere federale non abbia fatto chiarezza sulla vicenda, ma giudica comunque positivamente la sua reazione.

"La Commissione è stata informata dal capo del DDPS in merito alle procedure per le spese del Dipartimento. Ha preso atto delle misure adottate e in particolare del fatto che all'inizio di settembre 2018 è entrato in vigore un nuovo regolamento relativo alle spese", indica una nota diramata oggi dalla Segreteria delle commissioni della politica di sicurezza.

La CPS sostiene le misure adottate e si attende che il cambiamento di cultura nelle questioni riguardanti le spese sia applicato in maniera "coerente e trasparente".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.