Navigation

Commissione CSt: rinviato programma di consolidamento

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2011 - 17:54
(Keystone-ATS)

BERNA - All'unanimità, la commissione delle finanze del Consiglio degli Stati propone al plenum di non entrare in materia sul programma di consolidamento del Consiglio federale. Si tratta di una pesante ipoteca per il progetto di Hans-Rudolf Merz che prevedeva di sgravare il bilancio dello Stato di 1,6 miliardi di franchi all'anno nel 2012 e 2013. I rallegranti dati relativi al consuntivo 2010 non consentono di procedere a una manovra di risparmio.
La ministra delle finanze Eveline Widmer-Schlumpf ha detto che i conti del 2010 si sono chiusi con un'eccedenza di 3 miliardi, al posto del deficit di 2 miliardi calcolati in sede di preventivo. Alla luce di questa evoluzione si sono dovute cambiare le previsioni per il 2012 e il 2013. Per il 2012 si prevede ora un'eccedenza di un miliardo al posto di un deficit, ha precisato la ministra delle finanze.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.