Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le prestazioni dell'assistenza sociale non devono essere sottoposte a imposizione fiscale: con 17 voti contro 5, la Commissione dell'economia del Nazionale propone alla Camera di respingere una mozione del Consiglio degli stati che vuole generalizzare le tassazioni.

I fautori dell'imposizione vi vedono un modo per porre sullo stesso piano chi ha un un basso reddito con chi beneficia dell'assistenza sociale. Si tratterebbe anche di evitare gli incentivi a non lavorare di più. Un aumento minimo del reddito può infatti provocare la perdita di aiuti finanziari.

La maggioranza della commissione riconosce questi problemi, ma non ritiene che un'imposizione delle prestazioni li possa risolvere, indicano oggi i servizi del parlamento. Questa soluzione ha poi il difetto di provocare un carico di lavoro amministrativo enorme. La maggioranza ritiene quindi preferibile puntare su un buon coordinamento tra il sistema fiscale e l'assistenza sociale a livello cantonale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS